Progetto " Io mi differenzio"

Le classi quarta A e quarta B del plesso scolastico “Alberto Manzi” di Noviglio hanno partecipato al progetto ”Io mi differenzio young”. Gli alunni sono stati invitati a riflettere su quanto la nostra terra stia soffrendo e sui pericoli che ne deriva dal comportamento sbagliato dell’uomo. C’è stato un primo incontro con un esperto del progetto a cui ne seguirà un altro a maggio.

A questo si è aggiunta la notizia, che ha spopolato sui social e al telegiornale, sull’attivista svedese Greta Thunberg, per lo sviluppo ecosostenibile contro il cambiamento climatico. Gli alunni si sono sentiti così tanto coinvolti da prendere in assoluta autonomia l’iniziativa di voler far qualcosa per sensibilizzare su questo tema anche coloro che non ne erano a conoscenza. Le docenti ne hanno discusso in classe chiedendo loro cosa pensavano si potesse fare. La classe quarta A ha proposto la preparazione di alcuni volantini da distribuire nelle classi nei quali invitare i loro coetanei ad assumere i giusti comportamenti per ridurre o colmare i danni nel nostro pianeta, iniziando con la raccolta di tappi di plastica da riciclare. La classe quarta B, invece, ha deciso per la raccolta di resti di matite colorate da riutilizzare per realizzare nuovi oggetti come ad esempio portamatite da scrivania. Abbiamo quindi chiesto di preparare dei volantini a casa, usando assolutamente materiale da riciclo in modo da dare l’esempio.

Il tutto ci ha permesso di lavorare in modo divertente facendo attività multidisciplinare. Abbiamo affrontato l’argomento in geografia, guardando diversi video sia sulla Svezia, da dove è partita l’iniziativa, sia su tutti i paesi nel mondo che hanno partecipato, osservando più da vicino il nostro bel paese. In scienze e tecnologia ci siamo concentrati  sul buco nell’ozono e sui pericoli che corrono la flora e la fauna marine. In arte abbiamo preparato il materiale necessario per i volantini e per i cartelloni. In cittadinanza attiva si è discusso su come fare per contribuire, nel nostro piccolo, a migliorare il mondo e in matematica sono state fatte relazioni e indagini sull’argomento. Questo lavoro, che era iniziato solo come un input in più da dare ai nostri alunni, si è rivelato una fonte inesauribile, regalando stimoli, e incoraggiando i bambini ad esporsi in prima persona.

A cura di Patrizia Musco

Foto lavori.pngFoto lavori svolti.png

foto lavori.pbglavori alunni.png

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.