A scuola si diventa mostri di gentilezza

Logo iniziativa con geronimo stilton.png“Un mondo più gentile è un mondo più bello!”: questo il messaggio che i bambini delle classi terze della primaria di Casarile hanno condiviso durante la settimana della gentilezza, dal 6 al 13 novembre. Grazie alla partecipazione al progetto “Mostri di gentilezza-Trasformiamo il mondo in un luogo mostruosamente gentile”, promosso dal simpatico topo Geronimo Stilton, gli alunni hanno infatti avuto l’occasione di parlare del valore della gentilezza in un modo del tutto nuovo.

Attraverso letture, attività manuali, prove di abilità e giochi di gruppo hanno potuto esprimere la loro capacità di essere gentili.

Tale iniziativa ha stimolato la riflessione e la consapevolezza di sé, portando i bambini a comprendere quanto sia importante rivolgersi agli altri in modo aperto e disponibile, avere un atteggiamento empatico ed essere pronti alla collaborazione e alla generosità.

libro della gentilezza.pngLa lettura del “Piccolo libro della gentilezza” , che ha permesso loro di immedesimarsi nel  roditore più famoso della letteratura per l’infanzia, è mostro della gentilezza.pgstato lo spunto da cui ha avuto inizio il percorso svolto in classe. 

La ricerca di rime e sinonimi, la realizzazione di un cartellone murale in tre dimensioni dalle sembianze di mostro, la ricerca delle espressioni più cordiali del linguaggio comune, l’invenzione di un “gentil slogan”, la risoluzione di enigmi e giochi linguistici sono solo alcune delle proposte che hanno guidato i bambini a capire che anche un piccolo gesto o un semplice sorriso talvolta possano fare davvero la differenza. La collaborazione e l’attenzione verso l’altro sono stati dunque i protagonisti della settimana della gentilezza, che magari, almeno per alcuni bambini, avrà un valore molto più duraturo.

slogan gentilezza2.pngslogan gentilezza1.pngcopertina libro della gentilezza con dedica.png

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.